~Don’t wanna live a lie~

Scrivere…
Qualcuno mi ha confessato che non sa cosa possa renderlo felice.
Ho pensato a quello che fa felice me, se non proprio felice, almeno sollevata, libera, quello che conferma ciò che sono, o che ero, o che potrei essere. La mia recente costante ricerca di me mi porta quì, a scrivere.
E’ questo che mi rende felice, è il mio strumento preferito di autoanalisi e di riflessione sul mondo. Ce ne sono altre, certamente, tutte espressioni di me stessa riscoperte da poco, risvegliate a intermittenza da avvenimenti importanti.

Credo che tutti sappiamo cosa ci serve per essere felici, è solo che a volte è più difficile ammetterlo o guardare a fondo nel nostro cuore per scoprirlo. A volte ci sentiamo talmente costretti nella nostra vita e nelle aspettative degli altri su di noi, nel nostro ruolo sicuro, nell’esistenza che abbiamo sempre condotto, nella nostra regolarità, nelle nostre abitudini, che non riusciamo veramente a vedere cosa vogliamo. Eppure il passo è così semplice:
1. cerco dentro di me le cose che non mi fanno vivere bene;
2. elimino le cose che non mi fanno vivere bene;
3. so quello che voglio;
4. mi prendo quello che voglio, che mi fa vivere bene.

Perchè mai dovremmo lasciare che i nostri desideri giacciano fossilizzati?
Perchè mai dovremmo annullare noi stessi? Per cosa? Per chi?
Perchè mai dovremmo vivere per tenere fede all’idea gia costruita di noi?
Perchè mai non consideriamo il cambiamento come qualcosa di naturale e positivo?

"Riscatta te stesso" disse Seneca a Lucilio, riscatta il tuo tempo, unica cosa realmente in tuo possesso. Non sappiamo di quanto tempo il destino ci consenta di disporre…(si, tema sentito e risentito miliardi di volte, ma a me non annoia mai, e forse solo ora ne comprendo bene il significato). La nostra condizione di mortali ci costringe a pensare troppo al passato o fantasticare troppo sul futuro, invece occorrerebbe vivere bene l’oggi.

Troppo tempo ed energia ho lasciato che mi rubassero, e ora lo recupero perchè è mio di diritto, l’ho pagato e mi spetta, e me lo prendo. Anche se questo comporta rinunciare a quello che ero (o che non ero più), anche se devo cambiare radicalmente la mia vita e ridimensionare i miei sogni, o piuttosto sostituire quelli finti, non miei, con nuove, positive prospettive.
E tutto ciò non mi fa paura, perchè mi farà bene. E’ la mia felicità, la mia vita, sono le mie passioni, le mie scelte, le mie preferenze. E non lascerò che qualcosa o qualcuno irrompa prepotentemente e tenti di modificare quello che sono o che sto diventando.

So quello che voglio, e me lo prendo!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...