Solo l’amore

Perchè affannarsi tanto? Perchè cercare di affermarsi nella società, avere una carriera soddisfacente, essere famoso e rispettato e ben considerato? E’ tutto inutile, tanto moriamo, tanto tutto passa e si esaurisce. Perchè dobbiamo lavorare tanto per costruirci una vita effimera della quale non potremo godere in eterno?

Scaliamo montagne delle quali non vediamo la cima, ci diamo da fare per noi e per gli altri. Ma ognuno è solo. A volte non conosciamo nemmeno le ragioni delle nostre azioni, lo facciamo e basta, perchè ci spinge la morale, le leggi sociali, l’esperienza, il principio del restituire un favore. A volte in modo disinteressato, raramente.

E il bello è che sappiamo che è così, sappiamo che è tutto inutile, che una volta raggiunta la nostra meta ne cercheremo un altra, poi un altra, e così via…alla ricerca incessante di quello che vogliamo di più e non troviamo mai. Il viaggio sarà lungo e quasi infinito, andremo avanti finchè non saremo troppo stanchi e ci riposeremo dove meglio conviene. Siamo egoisti, vogliamo diventare qualcuno a tutti i costi, siamo soli, a volte vogliamo esserlo. Desideriamo l’indipendenza ed esercitiamo la facoltà di scegliere la nostra strada, da soli, ci mancherebbe.
Ci interessa il nostro futuro, perseguiamo progetti, che costruiamo e disfiamo continuamente a seconda del periodo che viviamo, tanto sono sempre castelli di sabbia, malleabili e distruggibili secondo la nostra volontà, o quella del mare e del vento.

Solo l’amore non dipende da simili agenti, solo l’amore spinge ad agire in modo irrazionale, a pensare col cuore. Solo l’amore cambia le nostre vite senza senso, perchè tutto il resto è effettivamente senza senso. Le cose hanno più valore se hai qualcuno a cui poterle raccontare. Non qualcuno per il quale le fai, sia inteso. Si agisce per se stessi, al massimo per il bene di un’altra persona, ma non si compiono azioni per sentirsi considerati e più amati. E’ bello poter pensare che qualcuno ascolterà le nostre vicende, che gioirà con noi per un evento positivo, che starà vicino quando ci saranno casi meno piacevoli. Non qualcuno che risolva i problemi, ma che faccia sentire il suo supporto, che dia un consiglio, non che dica cosa fare. Non solo, che sia anche capace con la sua sola presenza di rendere un momento infausto più leggero e sopportabile, di farsi aspettare con trepidazione alla vigilia di un nuovo incontro, ogni volta; di far sorridere con la battuta più fredda, capace di rendere ogni momento vissuto in compagnia spensierato e prezioso.
Non un assistente sociale, insomma, ma un compagno, una persona affine, che rida con te, che si dispiaccia per te, che si curi di te, non come si curerebbe un gattino bagnato, ma come una persona cara, come la persona che ami.

N0n mi sembra un invasione di territorio, non mi sembra negativo permettere a un’altra persona di far parte della mia vita, di darmi momenti felici, di permettermi di crescere, di vederla crescere con me, vedere come si può migliorare grazie al contatto, non all’influenza reciproca, grazie al cambio utile che si è percepito.

Solo l’amore non necessita di salti mortali, non ha bisogno di battaglie… Sta lì, pacifico, pronto a coglierti quando meno te lo aspetti, quando meno lo vuoi… Non ha bisogno di tempo, non esiste un tempo per amare, si può amare sempre… a 15 come a 93 anni… Si può amare ogni giorno.
Solo l’amore è vivo sempre, vive più dei sogni, che per loro natura sono irreali.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...