Disenchanted

Quanto incerti appaiono i miei sentimenti, tanto più questi si rivelano reali mentre la mia mente è occupata in altro, mente mi affretto a finire un capitolo per portare a termine il libro. E nella noia delle fitte righe si infiltrano immagini e ricordi piacevoli, benevoli sorrisi che compaiono così, improvvisi, transitano, come il breve volo di un piccione scorto dalla finestra.

Ma questi segnali io non uso sopravvalutare, perché non leggo più favole e più non credo a racconti fantastici con belle principesse e gentili principi.
Le mie intenzioni si contraddicono, perché non riesco a liberarmi del vissuto e riecheggiano i suoi mali.

Seneca affermava “riscatta te stesso”.
Il cammino sarà lungo, le voci tante e rumorose, ma riuscirò a separare la mia dalle altre.
A isolare il male e confinarlo da parte, conservando quel briciolo di fiabesco necessario a sognare ed amare.

Listening: White Knuckles – Alter Bridge

 

* looks a little bit too sentimental, uh? -.- shit…

Annunci

Un pensiero riguardo “Disenchanted

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...